Come trovare il proprio genere di riferimento in ambito musicale? - MUSICisLIFE
782
post-template-default,single,single-post,postid-782,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,columns-3,qode-product-single-tabs-on-bottom,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Come trovare il proprio genere di riferimento in ambito musicale?

E’ il momento della pausa pomeridiana, di una mezz’ora di relax dopo una lunga mattinata di studio o lavoro; cosa c’è di meglio di un po’ di spazio per la musica? E’ mattina, il pullman sta arrivando alla fermata e c’è caos tutto intorno; perchè non mettere le cuffie ed ingannare l’attesa con un po’ di buona musica? Insomma, che sia una piccola pausa o una situazione in cui ingannare il tempo, la musica ci accompagna ormai in diversi momenti della giornata, e spesso è davvero un mezzo importante per staccare un po’ la spina da tutto il resto. Ciò a patto che si conoscano i propri gusti e che si riesca a trovare sempre ciò che fa al caso nostro in quel particolare momento in cui ci mettiamo all’ascolto. Ma esiste un metodo per riuscire a trovare il proprio genere di riferimento in ambito musicale? Quali sono i modi per scegliere sempre il suono più adatto alla situazione?

Impara a conoscere te stesso prima di ascoltare musica
I gusti e le preferenze musicali sono spesso il frutto di una predisposizione innata da parte di un individuo, che sceglie di avvicinarsi spontaneamente ai suoni e agli stili più conformi al proprio essere e ai propri valori. Se sai di essere una persona chiusa e tendente all’isolamento potresti trovare feeling, ad esempio, con il grunge, un sottogenere del rock portato alla ribalta dai Nirvana negli anni Novanta. Se ami l’ascolto “disimpegnato” come semplice passatempo, invece, potresti legarti a delle sonorità più pop e commerciali. Questo genere di musica, infatti, risulta generalmente molto orecchiabile e gradevole da cantare, ideale se ricerchi nella musica un semplice momento di spensieratezza e piacere e non pretendi troppo dal punto di vista dei contenuti. Il consiglio che ti possiamo dare è di sperimentare, ascoltare qualcosa anche a caso: all’inizio potresti trovare poco e niente e sentirti irritato, ma col tempo arriverà sicuramente ciò che fa al caso tuo, e avrai così trovato il tuo habitat musicale di riferimento. Anzi, potrebbe capitare che i tuoi gusti musicali siano utili a farti conoscere dei lati dapprima ignoti della tua personalità.

L’età e la situazione condizionano i tuoi gusti musicali
Oltre alla predisposizione naturale anche l’età giustifica molti aspetti dei gusti di una persona; potresti regolarti di conseguenza e scegliere dei generi notoriamente giovanili, in modo da andare quasi a colpo sicuro. L’esplosione negli ultimi 20 anni del rap è sicuramente collegata, ad esempio, ad un’esigenza di un’ampia fetta di giovani che trovano riscontro dei propri valori nei testi dei brani e nello stile di vita particolare degli esponenti di questo genere musicale. Anche in questo caso il consiglio è di provare: ascolta alcuni brani, conosci gli artisti e le loro storie e cerca di immedesimarti nei testi; se avverti quel feeling potrebbe diventare una parte importante della tua vita! Scegliendo il proprio ambiente musicale di riferimento si può trovare quasi sempre qualcosa di nuovo e gradevole, ma prendi in considerazione anche la situazione in cui stai ascoltando. Si è soliti dire che non c’è musica per ogni occasione, per cui accresci la tua cultura e col tempo sarai in grado di capire qual è la scelta giusta a seconda del momento che stai vivendo. Cavalca l’onda del tuo stato emotivo e cerca di scegliere il sound più adatto, non te ne pentirai…

No Comments

Post A Comment